Ti sarà inviata una password per E-mail

La band murciana ROKAVIEJA, viene multata per 700€ dopo che il cantante, per provocare le forze dell’ordine presenti al concerto, pronuncia la frase “Mucha policía, poca diversión”.

Troppa polizia, zero divertimento” è il significato della frase pronunciata dal leader dei ROKAVIEJA e presa in prestito dalla cultura punk spagnola, in quanto titolo di un album e di una canzone dello storico gruppo hardcore punk basco, gli Eskorbuto.

Durante il concerto di metà settembre, un ragazzo accese un bengala e prontamente, dovuto al pericolo imminente e per evitare che l’accensione di un bengala potesse causare una strage, la polizia si sentì in diritto di intervenire con la forza, cercando di strapparglielo dalle mani. Gli amici del ragazzo, a loro volta intervenuti per cercare di liberarlo e di far comprendere agli agenti che un bengala luminoso non è ancora stato inserito nella lista di oggetti pericolosi, sono stati a loro volta strattonati e sbattuti fuori dal locale.

La band intanto assisteva dal palco, così il cantante pronunciò al microfono questa frase che in Spagna è entrata nel gergo comune da decenni: “Mucha policía, poca diversión“.

Un mese dopo, arriverà loro la notifica di una multa di 700€ per “alterar el orden público” ed incitare con frasi ingiurose, una reazione violenta del pubblico contro le forze dell’ordine. Come appare sulla pagina Fb della band spagnola attraverso un post,  che spiega la loro volontà di far ricorso alla sanzione. Una sanzione che limita la libertà di espressione di un individuo ed i suoi diritti fondamentali e specialmente quando si è artisti, questi sono i principi base del proprio lavoro.

Photography: Ariel Cabrera Foix