Ti sarà inviata una password per E-mail

Sono tornati i Thegiornalisti con il video “Riccione”. Chiarissimo omaggio alle estati degli anni ’80 e ’90 sulla costa romagnola. Amori, passioni e le vacanze di generazioni di italiani. Il gruppo di Roma, dopo essere stato fondamentalmente identificato con la scena pop commerciale italiana, chiarisce di appartenere ad una sola classe di persone. Quelle che passano l’inverno a Cortina e l’estate in Romagna.

Non ci capita di raccontare spesso di video, ma avevamo già detto qualcosa sull’ultimo di CalcuttaDal Verde.

Il video dei Thegiornalisti, oltre ad essere appunto una rappresentazione visiva della scena romagnola estiva è anche un’accozzaglia di spot pubblicitari. Vagamente nascosti. Dal Cornetto Sammontana, al Crodino, lo zainetto Invicta, il classicone Game Boy, le Superga. Con questi sponsor, sicuramente il video è già stato bello che pagato.

Al di là del testo, che sarà stato scritto sfogliando un dizionario di sinonimi per trovare qualche altre vocabolo oltre alle parole amore, sole, estate e mare, la canzone è già tormentone. Forse non al livello di Pamplonail cui ritornello te lo porti dietro tutta l’estate. Ma comunque abbastanza ripetitivo, da entrare in tutte le playlist di quei locali senza fantasia che, nei prossimi tre mesi suoneranno, nelle loro casse Tiziano Ferro, Fonsi, Rovazzi e Fedez. Quest’anno, mettiamocela già via. Ne usciremo distrutti. 

Se i Thegiornalisti sono stati comunque capaci di scrivere canzoni come Io non esisto. E di fare album stupendi, qualche anno fa. Al loro posto, farei la stessa cosa. Un paio di anni sulla cresta dell’onda, li vorremmo tutti. Se questo significa attirarti le antipatie delle schiappe da web, più che altre gelosi e farti un paio di estati in giro per i vari festival, serviti e riveriti, con passaggi in televisione ed un aumento sostanziale dei tuoi cachet. Ok, ci sto. 

Che belli erano?!

Generalmente, mi sono diventati abbastanza indifferenti dopo che da band, i Thegiornalisti sono diventati la band di Tommaso Paradiso. E dopo che la massa, ignorante di musica, ha iniziato a seguirli, solo perché “Tommaso, quello delle Instagram Stories”.

E questo articolo nasce solo perché, dopo aver mostrato il video Riccione alla mia ragazza, pianista di professione e dunque con una buona conoscenza della musica in generale, mi ha chiesto innocentemente: “Chi sono? Che pubblicità è? Del Cornetto?“. Punto.